Modulistica

Elenco documenti iscrizione all’albo presso gli uffici (procedura disponibile fino al 30.11.2017)

Elenco documenti per iscrizione per trasferimento (procedura disponibile fino al 30.11.2017)

Istruzioni per accesso alla casella PEC

Autocertificazione iscrizione all’Albo Professionale

Modulo comunicazioni variazioni dati dell’iscritto (MOD VAR)

Rinnovo/duplicato tesserino presso gli uffici

Rinnovo/duplicato tesserino in modalità telematica

Domanda di cancellazione dall’Albo (procedura disponibile fino al 30.11.2017)

 

INFORMAZIONI UTILI

ATTIVITA’ PROFESSIONALE DEL FARMACISTA

Sono attività professionali del farmacista le attività per le quali la legge prevede l’obbligo di iscrizione all’Albo professionale, o comunque riconducibili al DLgs 258/1991 e al DLgs 206/2007 recanti attuazione delle direttive comunitarie in materia di formazione e diritto di stabilimento dei farmacisti.

ISCRIZIONE ALBO RESIDENTI FUORI PROVINCIA

Per l’iscrizione all’Albo è necessario avere la residenza o esercitare la professione nella circoscrizione dell’Ordine.

VARIAZIONE DATI ISCRITTI

Per un costante aggiornamento dell’Albo si pregano gli iscritti di comunicare eventuali variazioni di: residenza, domicilio, e-mail, categoria professionale ed altro mediante il modulo MOD/VAR che dovrà essere trasmesso via mail a cristina@ordinefarmacisti.torino.it.

ASSUNZIONE IN FARMACIA: DENUNCIA ALL’ASL

Si ricorda che ai sensi dell’art. 12 del D.P.R. 21/8/71 n. 1275 è Obbligatorio comunicare all’ASL di competenza la data di assunzione e quella di cessazione del personale laureato in Farmacia, ciò anche a vantaggio del collaboratore che potrà così dimostrare la propria pratica professionale. Per la denuncia di assunzione presso la ASL , il collaboratore dovrà produrre autocertificazione di iscrizione all’Ordine.

E.N.P.A.F.

L’iscrizione all’Ordine comporta l’iscrizione obbligatoria ed automatica all’Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza Farmacisti (E.N.P.A.F.). La quota annuale 2017 dovuta per tale iscrizione è di € 4.463,00. Inoltre è dovuto un contributo di iscrizione una tantum un contributo per la sezione assistenza (€ 28) ed un contributo per il fondo di indennità di maternità (€ 15).
I contributi di previdenza, assistenza e maternità verranno integralmente riscossi tramite bollettini bancari emessi dalla Banca Popolare di Sondrio, Istituto tesoriere dell’Ente. Gli importi sono stati ripartiti in tre rate con scadenza, rispettivamente: 31 Marzo, 31 Maggio e 1° Agosto. Disoccupati, dipendenti o non esercenti l’attività professionale, possono richiedere la riduzione della quota annuale. Per coloro che si iscrivono per la prima volta a partire dal 1.1.2004 è stata introdotta la possibilità di pagare, al posto della quota base, intera o ridotta, un contributo di solidarietà pari al 3% della quota base intera cui vanno aggiunti gli importi dovuti per la sezione assistenza ed il fondo di maternità. Il contributo di solidarietà non è utile ai fini pensionistici ed inoltre non è restituibile né reintegrabile. L’iscrizione alla previdenza, anche se in misura ridotta, produce una pensione. Indicativamente, per gli iscritti dal 1° Gennaio 2004 – con i requisiti: 68 anni e 4 mesi di età, minimo 30 anni di contribuzione, minimo 20 anni di attività professionale – la pensione corrisponde ad € 516,46 lorde per 13 mensilità (per 30 anni di versamenti a contribuzione intera, nel caso della contribuzione ridotta tale importo va riferito alla percentuale di riduzione scelta).

QUOTE ANNO 2017

– Contributo previdenziale intero: € 4.420,00
– Contributo previdenziale ridotto del 33,33%: € 2.947,00
– Contributo previdenziale ridotto del 50%: € 2.210,00
– Contributo previdenziale ridotto dell’85%: € 663,00
– Contributo di solidarietà 3%: € 133,00
– Contributo di solidarietà 1%: € 44,00 (solo in caso di disoccupazione)
– Sezione assistenza: € 28,00
– Maternità: € 15,00
– Iscrizione “una tantum”: € 52,00 (non dovuto da chi versa il contributo di solidarietà)

TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La domanda di riduzione del contributo ENPAF nonché la domanda per l’adesione al contributo di solidarietà, devono essere presentate entro il 30 settembre dell’anno in cui l’iscritto si trovi nelle condizioni per poter godere dell’aliquota di riduzione ovvero del contributo di solidarietà. Qualora i 6 mesi ed un giorno necessari per poter usufruire dei benefici in parola si compiano successivamente al 30 settembre è possibile presentare la relativa domanda entro il 31 dicembre, sempre dell’anno in cui si è nelle condizioni di poter usufruire della riduzione ovvero del contributo di solidarietà. La richiesta produce effetto dall’anno in corso alla data della domanda. Per coloro che si iscrivono per la prima volta all’ENPAF, il termine di decadenza per presentare la domanda è fissato al 30 settembre dell’anno successivo a quello di iscrizione all’Albo professionale. Le domande devono essere necessariamente presentate compilando i moduli predisposti dall’Ente con i relativi allegati, tale modulistica oltre che presso i nostri uffici è disponibile sul sito dell’Enpaf dove è possibile consultare anche il regolamento dell’Ente per ulteriori informazioni.