CROCE VERDE: PERCHE’ SOLO IN FARMACIA?

            La questione del colore dell’insegna a croce al di fuori delle parafarmacie è stata a lungo dibattuta. Sul punto va ricordato che il legislatore ha riservato l’utilizzo della croce verde come insegna esterna in via esclusiva alle farmacie. Ciò risulta innanzitutto dall’art. 5 del decreto legislativo 153/2006, il quale stabilisce che “Al fine di consentire ai cittadini un’immediata identificazione delle farmacie operanti nell’ambito del Servizio sanitario nazionale, l’uso della denominazione: «farmacia» e della croce di colore verde, su qualsiasi supporto cartaceo, elettronico o di Continue reading →

VOUCHER

La “questione voucher” è attualmente assai dibattuta sul versante dei rapporti di lavoro, anche nel settore farmaceutico, segnatamente per quanto attiene alle modalità di utilizzo della retribuzione in voucher. Ma partiamo dal principio. I voucher compaiono sul mercato del lavoro con la legge Fornero (legge 92/2012). E’ previsto che essi vengano acquistati dai committenti (qualsiasi committente, ivi compresi i liberi professionisti) e che vengano impiegati per retribuire prestazioni lavorative occasionali rese in favore dei committenti stessi. Con il “jobs act” del 2015 il sistema dei Continue reading →

LA PROMOZIONE PUBBLICITARIA E LA COMMISTIONE CON LE ALTRE ATTIVITÀ A CARATTERE SANITARIO

Dell’attività di promozione commerciale svolta dai farmacisti con riferimento ai loro esercizi (farmacie e parafarmacie) abbiamo in parte già parlato. E abbiamo già concluso nel senso che questo tipo di pubblicità deve essere trasparente e non può (e non deve) essere finalizzata a promuovere presso i cittadini il bisogno di medicinali. Fermo ciò in linea generale, da un punto di vista più concreto la pubblicità delle farmacie e delle parafarmacie può assumere diverse forme consentite e deontologicamente non censurabili. Occorre in proposito riferirsi al Regolamento Continue reading →

PUBBLICITÀ IN FARMACIA: LIMITI E POSSIBILITÀ

    Concorrenza e liberalizzazione, com’è ormai risaputo, sono attualmente considerati valori da salvaguardare anche nell’ambito della professione farmaceutica: implementano la competitività nel settore e spingono i farmacisti ad offrire un servizio pubblico di qualità sempre maggiore. C’è però un risvolto della medaglia: in taluni casi lo sforzo competitivo porta i professionisti a concentrarsi unicamente sull’obiettivo di imporsi sul mercato, trascurando le norme di legge e quelle deontologiche. Questo è ciò che talvolta avviene per quanto riguarda l’attività promozionale che il farmacista compie con riferimento alla Continue reading →

ANORESSIZZANTI E DIMAGRANTI

       Saranno decisi a breve (forse già entro l’anno) alcuni fra i ricorsi al TAR Lazio proposti da alcune società dei farmacisti contro i provvedimenti del 2015 con cui il Ministro della Salute ha vietato la prescrizione medica e la preparazione di medicinali galenici contenenti principi attivi dimagranti. L’argomento è quindi nuovamente al centro del dibattito degli addetti ai lavori. Dibattito che, peraltro, è agli onori delle cronache da diversi anni.        Tutto è iniziato nel 2000, quando un decreto dell’allora Ministro della Salute – Continue reading →

DISPENSAZIONE DELLA CANNABIS TERAPEUTICA: AGGIORNAMENTO NORMATIVO

       Dopo un lungo dibattito sono state finalmente dettate anche in Italia le norme che regolano l’uso terapeutico della Cannabis. Si tratta indubbiamente di un passo importante, considerato che in molti paesi europei questo uso della Cannabis è riconosciuto e legittimato ormai da diversi anni. E’ poi vero che resta ancora da verificare quale sia la reale efficacia dei principi attivi cannabinoidi per la cura di determinate patologie. Ma, per intanto, le norme recentemente adottate hanno il pregio di avere incentivato, soprattutto mediante lo stanziamento Continue reading →

FARMACISTI – GROSSISTI

Con un  parere reso ad una ASL lombarda lo scorso 2 ottobre, il Ministero della Salute sta generando lo scompiglio generale nella categoria dei “farmacisti – grossisti”. Prima di soffermarci sul contenuto di questo parere facciamo un passo indietro e proviamo a ricostruire il contesto normativo in cui il suddetto parere si è andato ad inserire. Fra le misure comprese nella “lenzuolata” di liberalizzazioni varate dal ministro Bersani nel 2006, vi è quella che consente ai farmacisti di conseguire l’autorizzazione ad effettuare (oltre all’attività di Continue reading →

LA SCARSA CHIAREZZA NORMATIVA E IL FANTASMA DELLA CO-TITOLARITA’

Il decreto-legge “Crescitalia” (d.l. 1/2012) ha stabilito la possibilità per i farmacisti di partecipare in forma “associata” ai concorsi straordinari per l’assegnazione delle sedi farmaceutiche di nuova istituzione. A norma dell’art. 11 del suddetto d.l. 1/2012, “ove i candidati che concorrono per la gestione associata risultino vincitori, la titolarità della farmacia assegnata è condizionata al mantenimento della gestione associata da parte degli stessi vincitori (…)”. L’interpretazione di questa norma ha dato origine ad ampie discussioni, nella misura in cui essa non precisa a chi spetti Continue reading →

VENDITA ON LINE DI MEDICINALI

Sulla scorta di quanto previsto dalla legislazione europea (Direttiva 2011/62/UE), anche in Italia sarà possibile acquistare on line i farmaci senza obbligo di prescrizione medica. In verità, ad oggi la vendita on line dovrebbe essere già operativa nel nostro paese (si tenga presente che la normativa italiana di recepimento della suddetta Direttiva UE, ossia il d.lgs. 17/2014, risale al marzo dell’anno scorso), ma – a causa della lentezza nell’iter di attuazione delle norme comunitarie – non è attualmente ancora possibile per le farmacie esercitare questa Continue reading →

DDL CONCORRENZA: LIBERALIZZAZIONE DEI MEDICINALI DI FASCIA C.

Oltre all’ingresso dei capitali nelle farmacie e alla soppressione del limite delle quattro licenze per ciascun soggetto titolare di farmacia, la prima versione del disegno di legge sulla concorrenza prevedeva – come ulteriore misura di liberalizzazione – la cosiddetta “deregulation” dei medicinali di fascia C. Questi medicinali, secondo la previsione dell’originario disegno di legge, avrebbero potuto essere dispensati anche al di fuori dalle farmacie e precisamente in parafarmacie e supermercati. Peraltro, nella versione definitiva del disegno di legge (attualmente all’esame del Parlamento), questa norma sulla Continue reading →